Barbara D’Urso ‘omaggia’ Lisa Fusco e cade in diretta

di Mario Commenta

Dopo la caduta della soubrette nel programma "Mezzogiorno in diretta", un curioso scivolone di 'bentornato' sulle reti Mediaset.

Due giorni di scivoloni in stile ‘Paperissima’ sui principali schermi della tv nostrana. Cadute che non ci mettono molto a fare il giro del Web. Dopo la soubrette Lisa Fusco, anche Barbara D’Urso è caduta in diretta durante la prima puntata Pomeriggio 5.

Nel corso della prima puntata della nuova stagione dell’amatissimo programma pomeridiano di Canale 5, la conduttrice, ha fatto ingresso nel nuovo studio di Pomeriggio 5 scendendo da una lunga scalinata dalla quale è però caduta. Per fortuna l’incidente non è stato nulla di grave e Barbara D’Urso, rialzandosi, ha subito commentato con ironia l’accaduto, dicendo: “Volevo cominciare in modo meraviglioso, sono in ginocchio da voi!“.

Barbara D’Urso è caduta in diretta a Pomeriggio 5. È infatti iniziata con il botto la prima puntata della nuova stagione del programma di Canale 5, in onda tutti i pomeriggi, dal lunedì al venerdì.

La D’Urso, che dopo la caduta s’è prontamente rialzata, ha subito reagito con un sorriso, ironizzando con lo studio e con il pubblico a casa sul suo incidente. “Non fa ridere che sia caduta proprio all’inizio della prima puntata?” ha scherzato Barbara che ha poi spiegato il motivo dell’accaduto sostenendo di non essere più abituata a portare i tacchi dopo un’estate passata scalza.

In seguito, la conduttrice di Pomeriggio 5, ha presentato i primi ospiti del programma tra i quali, ironia della sorte, figurava anche Lisa Fusco, la showgirl del programma di Rai Uno, Mezzogiorno in Diretta, che, nei giorni scorsi, in seguito ad una spaccata dalla quale non è più riuscita a rialzarsi, è salita alla ribalta delle cronache.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>