Riassunto seconda puntata Squadra Antimafia 4 del 17 settembre 2012

di Maris Matteucci Commenta

Ecco il riassunto della seconda puntata di Squadra Antimafia 4, andata in onda il 17 settembre 2012...

E’ andata in onda la seconda puntata di Squadra Antimafia 4 che ha regalato emozioni a raffica. La Duomo continua ad indagare sui fratelli Mezzanotte – Dante e Armando – che hanno messo le mani su alcune aziende che operano nel settore della energia alternativa per nascondere i loro traffici illeciti.

Ma nonostante l’arresto del poliziotto corrotto che ha permesso che Rosy Abate fosse prelevata dall’ospedale, Calcaterra e i suoi non riescono ancora a trovare le prove che potrebbero inchiodare i due fratelli siciliani.


Mentre Claudia Mares esce dalla clinica dove era stata ricoverata dopo l’incidente (il bambino che porta in grembo è salvo), Rosy Abate viene nascosta in uno scantinato: i fratelli Mezzanotte vogliono da lei la famosa lista Greco ma la donna giura di non averla più e di avere consegnato tutto quanto alla Polizia al momento dell’arresto.

ANTICIPAZIONI TERZA PUNTATA SQUADRA ANTIMAFIA 4, LUNEDI’ 24 SETTEMBRE

Dante Mezzanotte le propone di aiutarlo per cercare di fare fuori Nobile, imprenditore rampante la cui azienda è stata sabotata dalla mafia. L’uomo è pronto a fare nomi e cognomi di coloro che hanno cercato di mettere in ginocchio la sua azienda ma la sua casa viene presa d’assalto e solo il pronto intervento di Calcaterra e Leoni evita che la cosa finisca in tragedia.

Nel frattempo i fratelli Mezzanotte decidono di liberarsi di Rosy Abate visto che la donna non sembra intenzionata a confessare dove si trova la lista. La Duomo fa irruzione e nel parapiglia generale la mafiosa e Armando Mezzanotte riescono a fuggire per dirigersi nel supermercato abbandonato nel quale la donna dice di avere nascosto il cd con i nomi della lista Greco. Mezzanotte le punta una pistola contro ma la donna riesce a divincolarsi e a fuggire proprio mentre arriva Polizia che ferma Mezzanotte il quale, però, dice di essere stato ferito da un marocchino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>