Chi l’ha visto anticipazioni puntata stasera 20 febbraio 2013

di Maris Matteucci Commenta

Ecco le le anticipazioni per la puntata di stasera 20 febbraio 2013 di Chi l'ha visto, il programma di Rai 3 condotto da Federica Sciarelli

Ecco le anticipazioni per la puntata di stasera 20 febbraio 2013 di Chi l’ha visto, il programma di Rai 3 condotto da Federica Sciarelli e dedicato ai casi di scomparsa e di cronaca nera.

Quali saranno i casi portati alla luce nella puntata di questa sera di Chi l’ha visto? Si partirà con quello di Denise Pipitone facendo il punto della situazione dopo il processo e le dichiarazioni di Jessica Pulizzi, sorellastra della bambina scomparsa da Mazzara del Vallo nel settembre del lontano 2004.


Da quel giorno la madre di Denise Pipitone, Piera Maggio, continua a non darsi pace e continua a lanciare appelli affinché la piccola Denise possa essere riportata da lei. Si sta svolgendo intanto il processo a carico di Jessica Pulizzi che per il momento sembra essere l’indiziata principale: a suo carico sono emersi numerosi elementi e la Magistratura sta portando avanti le indagini. La ragazza ha dichiarato di aver saputo che Denise Pipitone fosse sua sorella soltanto nel giorno della sua scomparsa: ma sarà davvero così?

Nel processo a suo carico, Jessica Pulizzi si è contraddetta su numerosi aspetti ma non solo, ha lasciato intendere che a rapire la piccola Denise potrebbe essere stato suo padre Piero Pulizzi. Ma per quali motivi?

Chi l’ha visto tornerà poi ad approfondire il caso di Paola Landini, sparita nel maggio del 2012 da Sassuolo. La trasmissione di Federica Sciarelli manderà in onda un commosso appello della madre che chiede aiuto a chiunque abbia visto la donna. Paola Landini aveva raggiunto il compagno al poligono di tiro di Sassuolo ma è poi sparita nel nulla in circostanze ancora non chiarite.

Due storie molto diverse tra loro, insomma, ma che tengono da anni in apprensione due famiglie. Come sempre, gli spettatori da casa potranno intervenire telefonicamente qualora avessero informazioni importanti che potrebbero aiutare gli inquirenti nelle indagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>