George Clooney e Pietro Pacciani

di Elena Botta Commenta

L'Hollywood Reporter ha riportato la notizia che la Fox 2000 ha acquisito i diritti del libro Dolci colline di sangue scritto da Mario Spezi in collaborazione con Douglas Preston, che ha avuto abbastanza successo editoriale negli Stati Uniti

L’Hollywood Reporter ha riportato la notizia che la Fox 2000 ha acquisito i diritti del libro Dolci colline di sangue (che in inglese è stato tradotto in Monster of Florence) scritto da Mario Spezi in collaborazione con Douglas Preston, che ha avuto abbastanza successo editoriale negli Stati Uniti.
Ma la notizia clou è che ad intepretare il protagonista sarà George Clooney che tornerebbe quindi in Italia dopo le riprese tra le campagne abruzzesi di The American.
Il bel George dovrebbe vestire i panni dello scrittore di thriller Douglas Preston, che indaga, assieme a Mario Spezi sugli otto duplici omicidi avvenuti nelle campagne intorno a Firenze tra il 1968 ed il 1985.



La vicenda narra anche le vicissitudini dei due protagonisti, che, conducendo un’indagine parallela a quella della polizia, non piacque alle autorità tanto da portare Spezi in carcere.
Gli sceneggiatori del film saranno il premio Oscar per i Soliti Sospetti Christopher McQuarrie e il suo collaboratore nella stesura di Operazione Valchiria, Nathan Alexander.
La prima scelta della produzione è stata su Tom Cruise che però ha dovuto rifiutare per via dei molti impegni con altre pellicole in corso, così, si è optato per il fidanzato della Canalis che sarà contenta di poter stare così in Italia per tutta la durata delle riprese del film.
L’unica cosa che ci auguriamo è che gli americani non travisino il senso di questa vicenda, sconvolgendo tutti i fatti, ma che cerchino di attenersi alla realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>