Uomini e donne anticipazioni, Alessandro Pess contro Luna Di Nardo

di Maris Matteucci Commenta

Uomini e donne anticipazioni, Alessandro Pess contro Luna Di Nardo

Alessandro Pess è approdato a Uomini e donne da pochissimo ma già ha dimostrato di avere un bel caratterino.

Non a caso l’attore calabrese (trapiantato a Roma da dieci anni) ha dato il benservito già ad una decina di corteggiatrici arrivate per lui nel programma di Maria De Filippi nel tentativo di farsi conoscere. L’unica che, almeno apparentemente, sembrava poter interessare al bel tronista era Luna Di Nardo.


Dopo la prima esterna catastrofica, la napoletana aveva dimostrato di non essere disposta a mollare l’osso e la sua tenacia aveva fatto ricredere (in piccolissima parte) Alessandro Pess che le aveva dato una seconda possibilità e – dopo averla trattata abbastanza male – l’aveva riportata in esterna. Ma non è andata come Luna Di Nardo probabilmente si aspettava: nell’esterna la ventisettenne di Napoli si è aperta molto, confidando al tronista di Uomini e donne anche aspetti molto intimi della sua vita (per esempio la perdita del padre). Ma questa cosa ha fatto saltare i nervi ad Alessandro Pess che in un secondo momento ha accusato la corteggiatrice di aver fatto la vittima per impietosirlo.

ALESSANDRO PESS TRONISTA DI UOMINI E DONNE: CHI E’?


Al settimanale Vip, Alessandro Pess non ha di certo esaltato la napoletana:
Io sono uno che va a sensazioni e quelle che ho avuto su Luna non sono state proprio positive – ha detto convinto -. Comunque, se attacchi qualcuno e questo è davvero interessato a te, va avanti, vede di capire il perché dei tuoi atteggiamenti. Luna non mi ha convinto dal primo momento, ecco perchè ho cominciato a stuzzicarla“. Il tronista, insomma, è convinto che la sua corteggiatrice sia a Uomini e donne solo per le telecamere e non perché realmente interessata a lui. Ora è vero che Luna Di Nardo è scesa per un appuntamento al buio e questo non gioca a suo favore ma forse l’accanimento di Alessandro Pess nei suoi confronti è un po’ eccessivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>