Stasera torna Report

di Paolo Maria Addabbo Commenta

La domenica sera di Rai 3 è dedicata al giornalismo d’inchiesta. Finito il ciclo di puntate di “Presa Diretta”, diretto da Riccardo Icona, parte quello di “Report”.

report torna

La domenica sera di Rai 3 è dedicata al giornalismo d’inchiesta. Finito il ciclo di puntate di “Presa Diretta”, diretto da Riccardo Icona, parte quello di “Report”.


Per 10 settimane Milena Gabanelli presenterà altrettante inchieste corredate dalla rubrica “come è andata a finire” e dalla nuova “c’è chi dice no”; quest’ultima rubrica, partita nelle puntate di fine 2010, tratterà esempi di persone impegnate in prima persona in progetti compatibili con ambiente e società, che impiegano coraggiosamente soldi e sforzi: degli esempi positivi sullo stile delle “goodnews”. Altra piccola novità della nuova edizione è una mini “scuola d’inglese”: negli ultimi tre minuti dei titoli di coda sarà fatta una “carrellata” degli errori commessi più frequentemente da noi italiani e anche gli accorgimenti da prendere per non incappare in figuracce extranazionali. Questa è stata fatta, spiega provocatoriamente la Gabanelli sul sito web del programma, per andare in controtendenza ai tagli della Gelmini.

Questa sera alle 21:30 la prima puntata: l’inchiesta principale è dedicata alla Fiat e a Marchionne ed è curata da Giovanna Boursier. Ci sarà poi un reportage da Fukushima: Emilio Canalini è l’inviato in Giappone per documentare come si sta vivendo la doppia tragedia, prima sismica e poi nucleare. Paolo Mondani torna a occuparsi dopo 5 mesi, nell’ambito della rubrica “come è andata a finire”, di Finemeccanica e dei rapporti con la Libia.

Interessanti i temi in programma delle prossime puntate: censura e privacy su social network; come e cosa avviene nei concorsi in Italia; i problemi della città di Bologna; il gioco d’azzardo; il problema delle cave e di un paese “groviera” che estrae materia prima senza riciclare gli inerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>