Quarto Grado 1 luglio 2011

di Elena Botta Commenta

Questa sera su Rete Quattro in prima serata, andrà in onda l'ultimo appuntamento di Quarto Grado, condotto da Salvo Sottile, prima della pausa estiva.

quarto-grado-tv

Questa sera su Rete Quattro in prima serata, andrà in onda l’ultimo appuntamento di Quarto Grado, condotto da Salvo Sottile, prima della pausa estiva.
Questa sera la puntata sarà dedicata ai nuovi sviluppi sull’omicidio di Melania Rea, si faranno nuove ipotesi sul caso di Yara Gambirasio e sull’omicidio di Sara Scazzi e si parlerà anche del caso di Serena Mollicone.


La puntata sarà incentrata principalmente sul caso di Melania Rea, la donna che è stata uccisa ad Ascoli Piceno, dopo che se ne erano perse le tracce e dopo che venne ritrovata in un bosco, con il corpo nudo a 18 km dal luogo della sua scomparsa.
Questa settimana i pm hanno deciso di sequestrare la macchina del marito, Salvatore Parolisi, che da vittima, ora sembra essere l’unico sospettato di omicidio.
Poi si parlerà dell’omicidio di Sara Scazzi che, dopo 10 mesi di indagini, sembra essere finalmente arrivato alla fine, in cui la zia e la cugina sono formalmente accusate di aver ucciso la ragazza.
Si cercherà poi di capire chi potrebbe aver ucciso la povera Yara, che ormai a più di sei mesi dalla sua morte, non vi sono sospetti e solidi elementi sui quali formulare le indagini.
Si parlerà anche di Serena Mollicone, che venne uccisa 10 anni fa ad Acre e che proprio in questi giorni gli inquirenti hanno indagato cinque persone: l’ex fidanzato di Serena, Michele Fioretti, la madre Rosina Partigianoni, l’ex maresciallo dei carabinieri, Franco Mottola, il figlio Marco e un altro carabiniere, Francesco Suprano.
Una puntata quindi tutta al femminile, dove le donne sono le protagoniste a loro discapito di casi di cronaca, che ancora oggi non hanno una soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>