Paola Perego lascia la conduzione di La Tribù – Missione India

di Gianluca Bruno Commenta

Paola Perego rinuncia alla conduzione di "La Tribù - Missione India" ...

paola-perego

La notizia è abbastanza clamorosa , Paola Perego rinuncia alla conduzione di “La Tribù – Missione India, il nuovo reality show di Canale 5 che dovrrebbe partire il 16 settembre.

La Perego non avrebbe digerito le affermazioni, o meglio, le opinioni della collega Barbara D’Urso in merito alle sue competenze professionali.


Il suo agente spiega di considerare annullato il rapporto fiduciario tra Mediaset e la sua assistita in quanto, a seguito delle “opnioni” della D’Urso non sono state fatte prese di posizione a difesa della Perego da parte di nessun organo aziendale.

Per chi non si ricordasse le dichiarazioni della D’Urso:

E pensare che i figli, Giammauro di 23 ed Emanuele di 21 anni, le avevano intimato: «Guai a te se accetti di condurre un programma come “Buona Domenica”». Evidentemente non era di loro gradimento. «Quando hanno saputo che avevo accettato — racconta Barbara — ho fatto loro una promessa solenne: vostra madre non si presterà mai alla volgarità».

In pratica la D’Urso dichiara che la precedente conduttrice di Buona Domenica si presta alla volgarità ed al trash.

Certo che pensandoci bene, la Perego (n.b. a mio parere comunque un’ ottima conduttrice) si è comunque “resa colpevole” di aver toccato il punto più basso della televisione italiana con La Fattoria 4 il reality trash che ha lanciato personaggi del calibro di Fabrizio Corona con ascolti decisamente deludenti.


Insomma un gran caos, dal quale nessuno esce con un grande ritorno d’immagine e che rischia di mettere in forse un programma che vede programmata la partenza dei concorrenti tra meno di 5 giorni.

Chissa se Paola ci ripenserà o se verrà sostituita all’ultimo minuto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>