Gli anni spezzati, oggi e domani gli ultimi due episodi

di Mario Commenta

Gli anni spezzati - L'ingegnere

Andranno in onda questa sera e domani gli ultimi due episodi della fiction Rai dedicata agli anni di piombo voluta dalla Rai “Gli anni spezzati” che, dopo averci raccontato la storia de “Il Commissario” e de “Il giudice”, basando il racconto su quanto realmente accaduto in quegli anni a questi due personaggi, focalizzerà l’attenzione su “L’ingegnere”, ovvero uno dei colletti bianchi impiegati negli uffici della Fiat.

Come per le precedenti occasioni, anche in questo caso il racconto è sviluppato in sue episodi, il primo andrà in onda questa sera alle 21.10 e il secondo domani, sempre alla stessa ora, su Rai Uno.

Diretto da Graziano Diana, “Gli anni spezzati  – L’Ingegnere” è ambientato nel 1980 e il protagonista è Giorgio Venuti (interpretato da Alessio Boni), un dirigente della Fiat che, a causa delle difficoltà economiche in cui versa l’azienda, è stato incaricato di licenziare più di sessante dipendenti.

Gli anni spezzati – L’Ingegnere, la trama della prima puntata

Torino, 1980. La Fiat versa in cattive acque non solo a causa della crisi ma anche per l’inasprirsi degli episodi di violenza perpetrati dai terroristi che approfittano del malcontento generale per colpire le istituzioni italiani: nell’azienda torinese, la vittima sacrificale è Carlo Ghiglieno, uno dei dirigente, barbaramente assassinato da un commando terrorista.

Giorgio Venuti viene incaricato di prendere in mano la situazione e il suo compito sarà di licenziare 61 dei dipendenti dell’azienda giudicati come associabili al terrorismo.

Gli anni spezzati – L’Ingegnere, la trama della seconda
L’ingegner Giorgio Venuti fa quanto gli viene richiesto, ma è ben consapevole che questo porterà a delle conseguenze gravi. Non si aspetta, però, che in tutto questo verrà coinvolta direttamente anche sua figlia Valeria (Giulia Michelin) che da qualche tempo ha iniziato a frequentare un ragazzo legato agli ambienti del terrorismo.

L’ingegnere si troverà così a dover decidere se denunciare il ragazzo alle autorità o salvaguardare sua figlia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>