Quarto Grado anticipazioni puntata 15 marzo 2013

di Maris Matteucci Commenta

Le anticipazioni di Quarto Grado ci dicono che stasera la trasmissione condotta da Salvo Sottile sarà dedicata prevalentemente ai casi di cronaca nera tutta al femminile

Le anticipazioni di Quarto Grado ci dicono che stasera la trasmissione condotta da Salvo Sottile sarà dedicata prevalentemente ai casi di cronaca nera tutta al femminile.

A partire dal caso che ha portato alla morte di Sarah Scazzi, la sedicenne di Avetrana uccisa nell’agosto del 2011. Alla luce degli ultimi elementi – con l’accusa che vorrebbe una sorta di complotto di famiglia organizzato ai danni della vittima – Quarto Grado cercherà di porre l’attenzione sugli scenari futuri che potrebbero prospettarsi.


Quando può essere attendibile la pista che vorrebbe Sabrina Misseri, cugina di Sarah Scazzi, ossessionata da Ivano, il ragazzo di cui si era detto che anche Sarah Scazzi fosse invaghita? Nel corso della puntata di Quarto Grado saranno mandati in onda nuovi documenti che animeranno il dibattito in studio. Ma quello di Sarah Scazzi non sarà l’unico caso ad essere analizzato. Si tornerà infatti anche sul caso di Lucia Manca, bancaria di Marcon (Venezia) per la cui morte si è chiesto l’ergastolo per Renzo Dekleva, suo presunto assassino. La donna è scomparsa nel luglio del 2011 e i resti del suo corpo carbonizzato sono stati ritrovati qualche mese dopo sotto un ponte poco distante dal luogo della sparizione.

Quarto Grado tornerà infine sul caso di Yara Gambirasio alla luce del nuovo interrogatorio che attende il marocchino Fikri che potrebbe di nuovo rivestire un ruolo importante nelle indagini legate alla morte della quattordicenne di Brembate. Aggiornamenti anche sul caso di Roberta Ragusa avvolto ancora da un fitto mistero. La donna è scomparsa nel gennaio dell’anno scorso, nella notte tra il 13 e il 14. E’ uscita di casa all’improvviso e di lei si sono perse le tracce. L’indiziato principale è stato fin dall’inizio il marito Antonio Logli, che però continua a dichiarare la sua innocenza. La soluzione del caso, insomma, sembra essere ancora molto lontana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>