Pamela Anderson al Chiambretti Night

di Gianluca Bruno Commenta

E' una Pamela Anderson che non ti aspetti quella che potrete vedere domani sera al Chiambretti Night, in seconda serata su Canale 5...

pamelaandersonepierochiambretti2

C’è eccitazione nello studio 11, si registra la puntata che andrà in onda domani sera in seconda serata su Canale 5 e, alla corte di Pierino Chiambretti, c’è un’ospite internazionale di quelli importanti, una bomba sexy che ha fatto la storia ed è stata causa dei maggiori turbamenti giovanili degli anni Novanta, Pamela Anderson, l’ex bagnina di Baywatch.

C’è la ricordiamo come una icona sexy correre sulle spiagge della California con il classico slow motion sul seno in movimento, ricordiamo il suo video con Tommy Lee, ricordiamo le sue 13, anzi no 14 copertine di Playboy (l’ultima uscirà a Gennaio prossimo), ricordiamo le trasgressioni e le polemiche che hanno accompagnato la sua cariera.

La serata però non è iniziata nel migliore dei modi, Piero ci avvisa che l’Uomo Ragno doveva fare uno show ma durante le prove si è fatto male. Poco importa, di carne al fuoco ce n’è già a sufficienza.



Pamela entra in scena scortata dai marinai di Chiambretti, magnifica nel suo mini abito nero che sfida qualsiasi legge sulla gravità. Tutti o quasi si aspettano che prima o poi il vestito cada. Cade? No no cade…. ma poco importa, la bionda icona sexy, a 43 anni suonati è ancora bellissima e almeno fisicamente non tradisce le attese.

Sembra spaesata sulla sedia bianca, timida, quasi in stato di shock, con Pierino che le mostra i momenti salienti della sua carriera. Non si aspettava di essere l’unica ospite, non si aspettava uno studio così “esagerato“, non si aspettava di essere ancora lei e lei sola al centro dell’attenzione. Le sembra una situazione surreale, tanto che viene voglia di salire anche noi sul palco per dirle “tranquilla Pam sei tra amici parla tranquillamente”.

pamelaanderson2

Ci vuole tutta la bravura di Piero per scardinare la nuova Pamela, non vuole passare ancora per una ragazzina trasgressiva, ora ha due figli ed è socialmente impegnata tanto che il giorno prima era a Tel Aviv per convincere il Parlamento ad approvare una leggere per vietare il commercio di pellicce, non vuole che siano ancora la sue tette al centro dell’attenzione, “a volte mi è sembrato che fossero le mie tette a fare cariera, ed io ero li con loro”. Non è molto in vena di scherzi, dice di avere problemi con la traduzione, non capisce le domande, figuriamoci le battute e a volte si incarta nelle risposte come quella sullo stalking a cui risponde “bhe a volte è anche piacevole, dipende da chi lo fa”. Pam sei impazzita? ma che stai dicendo?

Si indispettisce molto quando, da un ricordo dell’ex coniglietta Micol Ronchi, viene mostrato un video in cui appariva completamente nuda mentre consegna una torta ad Hugh Hefner. “Questo è un video privato, non dovevate farlo vedere”…. e probabilmente non sarà fatto vedere.
Tra risposte a monosillabe e finti “non capisco” c’è spazio anche per qualche dichiarazione divertente come quella su Barack Obama, considerato “Un fantastico presidente” al quale peraltro ha mandato una lettera per richiedere la liberazione di tutte le droghe. Vegana, anche nell’abbigliamento (le scarpe non erano in cuoio ma in un materiale di cui non sapeva il nome), ci racconta di aver fatto un intervento ad Oxford per promuovere l’alimentazione senza carne. Pam è proprio cambiata.

Tra imbarazzo e momenti di nervosismo si è rivista la vera Pam solo nel finale, quando si è lasciata andare a un bel balletto con i ballerini di Bill Goodson che l’hanno trascinata sulle note di “Corazon Espinado” di Santana, ma ormai era tardi. Il programma era finito.

Un applauso sincero a Piero Chiambretti e a tutti i protagonisti del Chiambretti Night, veri artisti dell’intrattenimento anche nelle situazioni più complicate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>