Elisabetta Canalis sostituisce Belen Rodriguez ad Italia’s got talent?

di Maris Matteucci Commenta

Secondo indiscrezioni, Elisabetta Canalis potrebbe condurre Italia's got talent al posto di Belen Rodriguez...

Elisabetta Canalis potrebbe sostituire Belen Rodriguez alla guida di Italia’s got talent, il popolare programma di canale 5 che quest’anno, alla sua terza stagione, ha ottenuto ascolti record.

L’argentina, che aveva sostituito Geppi Cucciari al fianco di Simone Annicchiarico, potrebbe a sua volta salutare il programma ad appena un anno dal suo esordio. I motivi sarebbero da riscontrare nelle perplessità della rete di affidare la trasmissione alla showgirl argentina, ultimamente molto indigesta al pubblico.


Da quando ha reso noto il rapporto con Stefano De Martino, infatti, Belen Rodriguez è stata spesso e volentieri contestata: ecco allora che l’alternativa potrebbe essere rappresentata da Elisabetta Canalis, da tempo “fuori” dai palinsesti italiani, se si eccettua la fugace apparizione a Sanremo di quest’anno (tra l’altro proprio insieme a Belen). La showgirl sarda abita da tempo negli Stati Uniti ma sicuramente prenderebbe al volo l’occasione di presentare un programma di sicuro successo come Italia’s got talent.

BELEN RODRIGUEZ ESCLUSA DA ITALIA’S GOT TALENT 4?

Per il momento non c’è nessuna conferma in proposito né tantomeno la diretta interessata è intervenuta per dire la sua sulle voci che la vorrebbero al fianco di Simone Annicchiarico ma, nonostante l’estate sia appena cominciata, presto canale 5 dovrà rendere noto il nome femminile che condurrà il famoso talent che vede in giuria Rudy Zerbi, Maria De Filippi e Gerry Scotti. La Canalis ha già qualche esperienza come conduttrice alle spalle e Italia’s got talent, programma fresco e divertente, potrebbe davvero fare al caso suo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>