Annozero e Santoro in bilico

di Eleonora Costa Commenta

Mentre i palinsesti Rai cominciano a prendere forma si delineano alcuni attriti per Annozero condotto da Michele Santoro su Rai 2...

sant

Mentre i palinsesti Rai cominciano a prendere forma si delineano alcuni attriti per Annozero, il programma di politica condotto da Michele Santoro su Rai2.

Sembra infatti che il Consiglio di Amministrazione di “Mamma Rai” non abbia ancora le idee chiare in merito.

Decisione che non zittisce di certo Michele Santoro che in una lettera al direttore generale della Rai, Mauro Masi, e per conoscenza al Presidente della Rai, Paolo Garimberti, scrive : “La mancata messa in onda” di Annozero sarebbe un grave danno per il servizio pubblico e mi costringerebbe ad impiegare tutte le energie per difendere diritti miei, dei miei collaboratori e degli spettatori.”

La risposta non si è fatta attendere, in uno stralcio della dichiarazione di Garimberti, pubblicata sul sito ufficiale di Annozero, si legge : “Sei una risorsa per la Rai, Michele, e quel cerino che hai acceso e che tu ora non vuoi più e che ti spaventa tanto, me lo prendo volentieri io e ci metto la faccia, come ho sempre fatto e sempre farò nella mia vita professionale.

Quindi per la risposta secca che mi chiedi mi approprio del tuo slogan: ‘adesso Annozero può cominciare”

Sembra dunque non ci siano problemi a far partire Annozero ma non è proprio così perche il programma non è stato ancora confermato.

Santoro torna all’attacco con una nuova lettera ai vertici Rai, resa nota nelle ultime ore dall’agenzia di stampa AdnKrons. Ecco cosa ribadisce il conduttore : ”Non c’è più tempo per trovare alcun accordo tra noi che non preveda la conferma della messa in onda del programma”.

Anche questa volta la replica di Masi non si fa attendere : “i palinsesti – risponde il direttore generale – sono proposti al Consiglio di Amministrazione esclusivamente dal Direttore Generale” .

Non viene data ancora nessuna conferma ma vi terremo informati sui prossimi sviluppi della vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>