Mistero Italia 1 riassunto puntata 16 ottobre 2011

di Maris Matteucci Commenta

Ieri sera è andata in onda, su Italia 1, la terz'ultima puntata di Mistero

Mistero

La puntata di Mistero di ieri sera è stata decisamente ricca di suspence. Solitamente gli spettatori della collaudata trasmissione di Italia 1 sono abituati a servizi che tengono il fiato sospeso ma ieri sera, forse per gli argomenti trattati, c’è da dire che la puntata è stata tra quelle a più alta tensione.


Oltre alle solite e confermatissime rubriche dedicate agli avvistamenti alieni e curate da Pablo Ayo e Daniele Gullà, la puntata di ieri di Mistero si è concentrata sulle morti di Jim Morrison, Jimmi Hendrix, Janis Joplin, Kurt Cobain e Amy Winehouse, tutti morti all’età di 27 anni. A Mistero si è allora analizzata la storia del “maledizione j27” dietro cui, secondo alcuni, si nasconde una vera e propria maledizione: persone morte giovanissime e in circostanze strane (la morte della stessa Amy Winehouse, la più recente in ordine di tempo, è ancora da definire a distanza di mesi). Si nasconde dunque un vero e proprio mistero dietro a questo circolo ristretto che raccoglie le star morte in circostanze misteriose?

VIDEO VISSARION – L’UOMO CHE CREDE DI ESSERE GESU’

VIDEO DELLA MALEDIZIONE DELLE ROCKSTAR

LE NUOVE TEORIE DI ADAM KADMON SUGLI ILLUMINATI

VIDEO ESOTERISMO

Dopodiché la trasmissione di Italia 1 ha dato spazio ancora una volta alle profezie di Adam Kadmon che ieri sera si è concentrato sulla strage di Ustica del 27 giugno 1980. Secondo quanto ipotizzato dall’uomo i sopravvissuti a questa strage sarebbero stati oggetto di persecuzione; teoria, questa, giustificata in parte dal risarcimento di 100 milioni riservato dal Tribunale alle famiglie delle vittime. Adam Kadmon parla di complotto e di accordi segreti tra la Libia e il nostro paese e che sarebbero stati alla base della strage di Ustica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>