Anticipazioni Mistero puntata 27 febbraio 2013

di Maris Matteucci Commenta

Questa sera su Italia 1 andrà in onda una nuova puntata di Mistero: ecco le anticipazioni

Una nuova puntata di Mistero attende questa sera gli spettatori di Italia 1. Vediamo le anticipazioni sui temi che saranno trattati nel corso della trasmissione che quest’anno ha visto l’ingresso di Lucilla Agosti al posto di Paola Barale.

Si continua a parlare di Vaticano così come era stato mercoledì scorso quando Mistero aveva affrontato l’argomento dimissioni papa Benedetto XVI alla ricerca di elementi sui quali c’era da fare luce.


Anche nella puntata di stasera 27 febbraio, Mistero porterà alla luce i fatti che avvengono all’interno di un Conclave e spiegherà i reali motivi che hanno portato l’arcivescovo O’ Brien a dimettersi. Ma quello dedicato alla Chiesa, che sta attraversando un periodo particolarmente delicato, non sarà l’unico argomento scottante trattato. Secondo le anticipazioni di Mistero, il programma di Italia 1 approfondirà l’interessante tema che vede protagoniste le opere di Leonardo da Vinci.

Secondo una ben precisa teoria, le opere del toscano conterrebbero dei veri e propri messaggi segreti. Durante la puntata verranno dunque analizzate alcune delle opere di Leonardo da Vinci per evidenziare i messaggi segreti da esse contenuti. Quali sono questi messaggi e soprattutto perché il pittore-scienziato italiano li ha voluti inserire?

Misterò lascerà poi spazio alle rubriche fisse a partire da quella di Pablo Ayo dedicata alle forme di vita aliena. Ma anche Rachele Restivo (che in questa stagione di Mistero si occupa dei misteri hollywodiani) e Adam Kadmon con le sue teorie sui complotti internazionali avranno la loro rubrica. Senza dimenticarci di Daniele Gullà che in questa nuova stagione presenta una rubrica particolarmente interessante e dedicata in toto ai fenomeni soprannaturali. L’appuntamento con la nuova puntata di Mistero è per questa sera alle 21.10 su Italia 1. Quest’anno la trasmissione condotto da Daniele Bossari e compagnia bella non sta ottenendo ascolti esaltanti; è vero anche, però, che il pubblico al quale è destinata è un pubblico di nicchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>