George Clooney e Pietro Pacciani

di Elena Botta Commenta

L'Hollywood Reporter ha riportato la notizia che la Fox 2000 ha acquisito i diritti del libro Dolci colline di sangue scritto da Mario Spezi in collaborazione con Douglas Preston, che ha avuto abbastanza successo editoriale negli Stati Uniti

The-American-movie-image-George-Clooney-

L’Hollywood Reporter ha riportato la notizia che la Fox 2000 ha acquisito i diritti del libro Dolci colline di sangue (che in inglese è stato tradotto in Monster of Florence) scritto da Mario Spezi in collaborazione con Douglas Preston, che ha avuto abbastanza successo editoriale negli Stati Uniti.
Ma la notizia clou è che ad intepretare il protagonista sarà George Clooney che tornerebbe quindi in Italia dopo le riprese tra le campagne abruzzesi di The American.
Il bel George dovrebbe vestire i panni dello scrittore di thriller Douglas Preston, che indaga, assieme a Mario Spezi sugli otto duplici omicidi avvenuti nelle campagne intorno a Firenze tra il 1968 ed il 1985.



La vicenda narra anche le vicissitudini dei due protagonisti, che, conducendo un’indagine parallela a quella della polizia, non piacque alle autorità tanto da portare Spezi in carcere.
Gli sceneggiatori del film saranno il premio Oscar per i Soliti Sospetti Christopher McQuarrie e il suo collaboratore nella stesura di Operazione Valchiria, Nathan Alexander.
La prima scelta della produzione è stata su Tom Cruise che però ha dovuto rifiutare per via dei molti impegni con altre pellicole in corso, così, si è optato per il fidanzato della Canalis che sarà contenta di poter stare così in Italia per tutta la durata delle riprese del film.
L’unica cosa che ci auguriamo è che gli americani non travisino il senso di questa vicenda, sconvolgendo tutti i fatti, ma che cerchino di attenersi alla realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>