Home Cinema 2010: “Nemico Pubblico”

di Emanuele Zambon Commenta

“Nemico Pubblico” di Michael Mann è la conferma del talento di Johnny Depp, una volta tanto calato in un ruolo drammatico.

Nemico-Pubblico-Poster-Ita_mid

Nemico Pubblico” di Michael Mann è la conferma del talento di Johnny Depp, una volta tanto calato in un ruolo drammatico.

Chicago, anni ‘30. In piena depressione, e con l’F.B.I. intenta ad incastrare Al Capone, attraverso il Proibizionismo e i controlli fiscali, ecco che il giovane John Dillinger evade dopo dieci lunghi anni di prigione.

Dillinger, baffetti e volto di Johnny Depp(oltre che le stesse iniziali), ha voglia di recuperare in fretta il tempo perduto. Lavorare non fa per lui, bramoso com’è della bella vita, e allora fa ciò che ha sempre saputo fare: il gangster.



Le banche rapinate e i cadaveri per le strade portano la sua firma, costringendo l’FBI a mettere una taglia record sulla sua testa: 10mila dollari, e a sguinzagliargli contro il pupillo di J. Edgar Hoover,capo dell’FBI, Melvin Purvis, alias Christian Bale.

L’esito della caccia al pericolo pubblico numero uno è cronaca nota. Dillinger viene freddato all’uscita del Biograph Theater di Chicago con tre colpi di pistola all’età di 31 anni.

Si potrebbe dire che Michael Mann non sbaglia un colpo e dopo le atmosfere noir di “Heat-La sfida” e “Collateral“, trova nella Chicago anni ’30 un’ambientazione ad hoc per il suo stile, ritraendo alla perfezione l’antieroe Dillinger, un fashion gangster dall’animo nobile di hoodiana memoria.

A dir poco interessante il confronto fra l’istrionico Depp e il camaleontico quanto perfezionista Bale, forse i due attori migliori delle loro rispettive generazioni. Splendida infine la fotografia di Dante Spinotti.

Emanuele Zambon

Emanuele Zambon

Nato il 02/10/1985. Studente di Scienze della Comunicazione all'Università Roma Tre. Ho scritto per il portale online Newnotizie e scrivo per il mensile Ego di Latina, curando la rubrica di Cinema. Sono stato il coordinatore del tributo ad Heath Ledger al Festival del Cinema di Roma 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>