L’unione fa la forza ad Hollywood: è team mania

di Emanuele Zambon Commenta

Il trend cinematografico sembra indicare nei team il fattore successo di quest'ultimo anno. Perchè gruppo vuol dire storie di amicizia, fratellanza e solidarietà. Insomma l'unione fa la forza...

expendables-actor-montage2

Le coppie sono sempre state un must ricorrente nel Cinema. Quest’anno però è scoppiata una vera e propria moda che consacra la forza vincente del gruppo.

Facciamo qualche passo indietro fino ad arrivare alla squadra Bravo Company di “The Hurt Locker“, capace di far incetta di ordigni esplosivi e statuette senza battere ciglio e,(cosa ancora più stupefacente) di mettere in ginocchio il colosso “Avatar“.

Di guerra in guerra il nostro ulteriore passo indietro ci conduce alla Seconda Guerra Mondiale. Veniamo a conoscenza di un inverosimile sporca dozzina di ebrei che massacrano i tedeschi operando loro uno scalpo di indiana memoria. Tarantino docet e tutti a riscrivere i libri di Storia(o una variante agrodolce di essa).



In parole povere “Bastardi Senza Gloria” è un tripudio di pubblico e critica. Solo l’Academy sembra ignorare l’opera del regista di Pulp Fiction che avrebbe meritato l’Oscar almeno per la sceneggiatura originale.
In ogni caso un altro team( o sgangherato battaglione, fate voi) è sinonimo di successo.

Neanche il tempo di assaporare la vendetta( che sa di ucronia) tarantiniana che incombe nei nostri cinema un vero e proprio commando figlio dei reparti speciali americani: è l’A-Team rispolverato dall’armadio degli anni ’80 e che promette quantomeno spettacolarità.

Ma i titoli non si fermano qui. L’unione fa la forza e allora prepariamoci ad una vera e propria invasione di “Tutti per uno…”. Sono in arrivo infatti “The Losers” con Zoe Saldana( senza la tuta blu di Avatar ) e Chris Evans(ex Torcia umana e prossimo Capitan America) ma soprattutto il mix anni 80/90 di action heroes capitanati da Sylvester Stallone ne “The Expendables” che vede coinvolti fra gli altri Mickey Rourke e Bruce Willis.
Il tutto mentre prende sempre più forma il progetto “Vendicatori” della Marvel: Iron Man, Hulk, Capitan America e Thor.
Si salvi chi può…

Emanuele Zambon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>