La regina dei castelli di carta

di Redazione Commenta

Il 28 maggio esce nelle sale cinematografiche italiane, distribuito dalla BIM, “La Regina dei castelli di carta”, l’attesissimo capitolo finale della saga Millennium..

Il 28 maggio esce nelle sale cinematografiche italiane, distribuito dalla BIM, “La Regina dei castelli di carta”, l’attesissimo capitolo finale della saga Millennium.

La protagonista Lisbeth Salander (interpretata dall’antidiva Noomi Rapace) – hacker cyber punk – torna più trasgressiva e aggressiva che mai. Insieme a lei, immancabile, il giornalista Mikael Blomkvist (Michael Nyqvist) che si impegna fino al limite del pericolo di vita per salvarla. Questo ultimo episodio è diretto ancora dallo svedese Daniel Alfredson, già regista del secondo “La Ragazza che giocava col fuoco”.


Il film ci trasporta in 148 minuti di ritmo, azione, adrenalina, violenze e intrighi. Riparte dalle vicende lasciate in sospeso: Lisbeth è scampata alla morte dopo essere stata sepolta viva, e a seguito di un ennesimo scontro cruento viene ricoverata in ospedale con una grave ferita alla testa; nello stesso ospedale, poco distante, è ricoverato anche il suo terribile padre nemico Alexander Zalachenko. Appena dimessa Lisbeth finisce in carcere, in attesa di un processo per tentato omicidio.


I potenti che muovono le pedine dall’alto per fare fuori la ragazza, sono ora più allertati che mai: la polizia potrebbe scoprire i segreti dell’hacker, e cioè che la “Sezione Speciale di Analisi”, reparto dei Servizi Segreti, aveva impedito la libertà della dodicenne Lisbeth per insabbiare le sue testimonianze sulle violenze perpetrate dal padre. E Alexander, agente segreto disertore dell’Unione Sovietica, era troppo prezioso come informatore in quegli anni. L’amico giornalista Mikael Blomkvist indagherà indefesso nel tragico passato di Lisbeth per scoprire la verità e dimostrarne l’innocenza.

La trilogia Millennium, clamoroso caso letterario internazionale, scritta da Stieg Larsson (morto nel 2004 di infarto) ha venduto 21 milioni di copie nel mondo. La sua trasposizione cinematografica non è stata da meno: “Uomini che odiano le donne” (diretto da Niels Arden Oplev) ha avuto oltre 7 milioni di spettatori, mentre “La Ragazza che giocava col fuoco” ha superato i 3 milioni. Successo tale che in America si pensa ai remake: si parla di David Fincher per il remake del primo capitolo.

USCITA CINEMA: 28/05/2010
REGIA: Daniel Alfredson
SCENEGGIATURA: Ulf Rydberg
ATTORI: Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Michalis Koutsogiannakis, Lena Endre, Per Oscarsson, Sofia Ledarp, Annika Hallin, Peter Andersson, Hans Alfredson, Jacob Ericksson, Johan Kylén, Tanja Lorentzon, Mirja Turestedt, Anders Ahlbom, Magnus Krepper, Niklas Hjulström
FOTOGRAFIA: Peter Mokrosinski
MONTAGGIO: Hàkan Karlsson
MUSICHE: Jacob Groth
PRODUZIONE: Nordisk Film, Sveriges Television (SVT), Yellow Bird Films, ZDF Enterprises
DISTRIBUZIONE: Bim Distribuzione
PAESE: Svezia 2010
GENERE: Poliziesco, Thriller
FORMATO: Colore 35mm

Articolo scritto da Tania Falchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>