I Simpson censurati in Svizzera

di Elena Botta Commenta

la censura elvetica avrebbe deciso di non trasmettere più gli episodi dei Simpson che trattano di sicurezza atomica

tumblr_li55sg9A7e1qzqj03o1_500

La censura è sempre un’arma a doppio taglio, soprattutto perchè in alcuni casi potrebbe trattarsi più di un’ipocrisia che altro e questa volta la notizia arriva dalla vicina Svizzera.
Infatti la censura elvetica avrebbe deciso di non trasmettere più gli episodi dei Simpson che trattano di sicurezza atomica; peccato però che sia il lavoro di Homer.
Tutte le puntate verranno così sottoposte ad analisi da parte dei responsabili di rete (il canale in questione che li trasmette è svizzerotedesca SRF) che decideranno se mandarle in onda oppure no.
I fan svizzeri sono furiosi soprattutto perchè non riescono a vedere il nesso con quanto accaduto e sta accadendo attualmente in Giappone, anche perchè si tratta di satira che tocca un tema dolente per tutte le parti del mondo che posseggono centrali atomiche.



In primo luogo, le puntate verranno analizzate e successivamente ripulite perchè considerate “inappropriate” dopo gli eventi di cronaca di questi giorni e perchè fanno satira su un fatto drammatico.
Nei Simpson si vede come la centrale venga gestita in modo del tutto approssimativo, il reattore funziona nonostante numerose violazioni delle norme e il tutto viene messo a tacere: un po’ come è successo con la Tepco che ha falsificato i dati sulla sicurezza di Fukushima (infatti nel 2002 il presidente e quattro manager del colosso energetico del Giappone rassegnarono le dimissioni per lo scandalo e nel 2006 il governo chiese la revisione dei dati dichiarati perchè palesemente falsi).
I portavoce del canale televisivo svizzero alla domanda di come decidere quali puntate trasmettere hanno così commentato: “Verrà deciso caso per caso. Se per esempio scoppiasse la centrale, sarebbe sicuramente inopportuno trasmettere la puntata.”
Ora la domanda che tutti si pongono è : ma che senso ha tutto cio?
Visto che le persone devono convivere con la paura del nucleare perchè allora non esorcizzarla con la satira?
Oltretutto Matt Groening ha sempre fatto una satira di denuncia verso la società americana e non solo e tutti i personaggi hanno un significato che va al di là della semplice caratterizzazione macchiettistica e, coloro che a tutti i costi gridano allo scandalo, dovrebbero, in primis, conoscere quello di cui criticano, per rendersi conto del madornale errore.
Nota di cronaca: Matt Groening ha creato i Simpson nel 1987, ossia l’anno dopo il disastro nucleare di Cernobyl.
Su questo argomento si potrebbero spendere milioni di parole, ma vogliamo lasciare ai lettori la facoltà di decidere cosa sia giusto e che cosa dovrebbe essere cancellato dai palinsesti televisivi perchè oltraggioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>