Centovetrine chiude i battenti ad agosto?

di Maris Matteucci Commenta

Pietro Genuardi fa capire che ad agosto la soap Centovetrine potrebbe chiudere i battenti...

Nuovo pericolo per Centovetrine: secondo alcune indiscrezioni, la soap di canale 5 potrebbe chiudere ad agosto. La voce circa una probabile chiusura era saltata fuori già qualche tempo fa ma era stata poi smentita dai dirigenti di rete che – visti i buoni ascolti di Centovetrine in prima serata – avevano deciso di prolungare le riprese.

Adesso però Pietro Genuardi (che interpreta Ivan Bettini) lancia un nuovo allarme: Centovetrine potrebbe chiudere tra pochi mesi anche se ancora non c’è niente di certo.


In una intervista rilasciata al sito DavideMaggio, l’attore dice che il pericolo di chiusura pareva essere sventato ed invece adesso ci risiamo. Le riprese di Centovetrine insomma si concluderanno nella prima settimana di agosto e forse riprenderanno (ma l’ipotesi è remota) nel febbraio del 2013.

L’intento della produzione sarebbe quello di far lavorare il cast della soap di canale 5 soltanto per sei mesi all’anno, riducendo così di fatto i costi di produzione. Alla base della chiusura, infatti, non ci sarebbero i cattivi ascolti (anche perché Centovetrine riesce ad inchiodare più di tre milioni di spettatori anche in prima serata) ma gli ingenti costi di produzione, troppo alti in un momento come quello attuale nel quale bisogna di far quadrare i conti.

ADRIANO RIVA MUORE A CENTOVETRINE

Stando alla tesi di Pietro Genuardi, allora, gli attori lavorerebbero per la metà del tempo e non solo loro: anche per cameramen – e più in generale addetti ai lavoro – gli stipendi sarebbero dimezzati. Sempre se poi non si decida per la chiusura definitiva di Centovetrine che, siamo sicuri, lascerebbe l’amaro in bocca a milioni di telespettatori…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>