Baciati dall’amore, da martedì 15 novembre 2011 su Canale 5

di Fabiana Commenta

Equivoci e romanticismo nella nuova fiction di Canale 5 con Giampaolo Morelli e Gaia Bermani Amaral, ultima interpretazione di Pietro Taricone

Baciati dall’amore è la nuova romantica, divertente fiction Mediaset in sei puntate che andrà in onda da domani sera, martedì 15 novembre in prima serata naturalmente su Canale 5.

Ambientata a Napoli, città solare e dinamica la fiction affronta con toni garbati e romantici il rapporto tra il nord e il sud, fra amore, equivoci e scambi di persona.

Carlo Gambardella (Giampaolo Morelli) è un giovane fioraio padre di cinque figli che è stato abbandonato dalla moglie. Costretto a tornare a vivere a casa, si trova circondato dalla sua caotica e amorevole famiglia, i genitori Gaetano (Lello Arena) e Concetta (Marisa Laurito) e il fratello Antonio (Pietro Taricone) dongiovanni aspirante cantante neomelodico.

Valentina Trevisol (Gaia Bermani Amaral) è una giovane biologa milanese, figlia di un severo magistrato (Marco Columbro) trasferito a Napoli per lavoro e sta per sposare il rampante avvocato Tommaso. Ma l’amore ci mette lo zampino: l’incontro con Carlo cambierà le carte in tavola…

Sorrisi, equivoci e tanto romanticismo accompagneranno gli spettatori per sei puntate, ogni martedì sera.

Nel cast della serie tra gli altri figurano Iaia Forte, Maria Amelia Monti, Yari Gugliucci, Flavio Montrucchio. E naturalmente c’è anche Pietro Taricone, scomparso tragicamente in seguito a un incidente lo scorso anno appena un mese dopo la fine delle riprese della serie.

Il regista Claudio Norza e tutto il cast hanno voluto dedicare la serie proprio a Pietro Taricone, in omaggio al suo talento. La messa in onda della serie è stata ritardata proprio per rispetto alla famiglia dell’attore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>