Olivia Wilde e la tinta per i capelli

di Elena Botta Commenta

Olivia Wilde, il cui vero nome è Olivia Jane Cockburn, è stata eletta dal mensile Maxim come la donna più bella del mondo del 2009 e recentemente ha dichiarato che è costretta a tingersi i capelli per risultare più intelligente

olivia-wilde3

Olivia Wilde in questi giorni è molto cliccata sul web, per il fatto che Tron Legacy è uscito nelle sale lo scorso 29 dicembre e sembra sia diventata l’attrice del momento visto che a Hollywood è richiestissima e la sua agenda per il 2011 risulta essere fitta di impegni.
Infatti all’inizio della prossima estate sarà nelle sale al fianco di Daniel Craig ed Harrison Ford nell’attesissimo film Cowboys and Aliens e successivamente interpreterà la madre di Justin Timberlake in I.m mortal, il nuovo film scritto da Andrew Niccol che ha come tema l’eterna giovinezza.



Olivia Wilde, il cui vero nome è Olivia Jane Cockburn, è stata eletta dal mensile Maxim come la donna più bella del mondo del 2009 e recentemente ha dichiarato che è costretta a tingersi i capelli per risultare più intelligente.
Infatti lei è una bionda naturale, ma preferisce colorarsi i capelli di nero per non incappare nella squallida battuta “ma allora tu,oltre che bella, sei anche intelligente!” e diciamocelo, sono davvero problemi seri.
Poi diciamo che per adesso è passata alla storia non tanto per le interpretazioni, quanto per aver dato un bacio saffico alla collega Mischa Barton in una puntata di O.C., che a sentire lei, ancora oggi glielo domandano.
Poi quando le hanno chiesto a chi si fosse ispirata per il ruolo di Quorra in Tron Legacy (e tutti pensavano Cat Woman, vista la tutina aderente), ha riposto candidamente che la figura che l’ha ispirata è stata Giovanna D’Arco.
Bene, Giovanna D’arco era vestita con una cotta di maglia bianca che le copriva integralmente tutto il corpo e che di sexy non aveva un bel niente, quindi per cercare di fare l’intelligentona con i capelli tinti, faceva prima ad aprire un libro di storia mentre aspettava che la tinta le pigmentasse i bulbi piliferi, in modo da non dar fiato ai denti a vuoto.
In realtà è tutta invidia….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>