Silvio Muccino ritorna nelle sale con “Un altro mondo”

di Eleonora Costa Commenta

Dopo il successo di Parlami d’amore, Silvio Muccino torna con il suo secondo film Un altro mondo che uscirà nelle sale a Natale 2010.

muccino_michael

Dopo il successo di Parlami d’amore, esordito per la regia di Silvio Muccino con 8 milioni d’incasso, Il regista italiano torna con il suo secondo film “Un altro mondo” , che uscirà nelle sale a Natale 2010.

“Un altro mondo” racconta una storia ricca di colpi di scena che non lascia spazio ad aspettative scontate.

Andrea(Silvio Muccino), ventotto anni, una famiglia ricca alle spalle, un difficile legame con una madre algida e anaffettiva (Greta Scacchi), vive una vita superficiale e priva di responsabilità insieme alla sua ragazza Livia, (Isabella Ragonese).

Il giorno del suo compleanno Andrea riceve una lettera: il padre, che non vede da più di vent’anni, è in punto di morte e gli chiede di raggiungerlo in Kenya per l’ultimo saluto.

Andrea vince le proprie resistenze e parte per Nairobi. Contro ogni previsione si ritroverà a dover gestire un’eredità alquanto singolare: un fratellastro di otto anni (Michael Rainey Jr.) che il padre ha avuto da una donna del luogo. A questo punto inizia per Andrea un viaggio fisico e interiore che lo porterà molto più lontano di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

Commento musicale d’eccezione al film e al trailer di “Un altro mondo” è “Secret garden”, la famosa canzone di Bruce Springsteen che è stato convinto dal film di Muccino a permettere l’uso di un suo brano. Non succedeva da più di vent’anni e cioè dai tempi di Palombella Rossa di Nanni Moretti

Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Carla Vangelista (edito da Feltrinelli Editore) e scritto dalla stessa Vangelista e da Silvio Muccino.

La pellicola è prodotta da Cattleya in collaborazione con Universal Pictures International che la distribuisce in Italia.
Protagonisti accanto a Silvio Muccino il piccolo Michael Rainey Jr, Isabella Ragonese, Maya Sansa, Flavio Parenti e Greta Scacchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>