Anticipazioni L’Olimpiade nascosta prima puntata 27 maggio 2012

di Maris Matteucci Commenta

Stasera va in onda la prima puntata della miniserie L'Olimpiade nascosta...

Rai 1 debutta questa sera con un miniserie intitolata L’Olimpiade nascosta. La nuova fiction, prodotta da RaiFiction e Casanova Multimedia di Luca Barbareschi, andrà in onda anche domani sera con la seconda e ultima parte.

Nel cast Cristiana Capotondi e Alessandro Roja.


L’Olimpiade nascosta racconta una storia vera: quella del riscatto di un gruppo di prigionieri in mano ai nazisti che, grazie allo sport e allo spirito olimpico, ritroverà quella dignità della quale troppo a lungo è stato privato. Mario e Kasia, i due protagonisti, si muoveranno in uno scenario particolarmente difficile che li metterà a dura prova ma non riuscirà a portare loro via la dignità.

ANTICIPAZIONI PRIMA PUNTATA. Siamo nel periodo storico della seconda guerra mondiale: primavera 1944, al confine tra Polonia e Germania. Mario (interpretato da Alessandro Roja) è uno dei prigionieri del campo di concentramento che ogni giorno porta alla morte migliaia di deportati. L’uomo incontra per caso Joel, un bambino ebreo che la madre è riuscita a salvare dalla morte facendolo scendere al volo dal camion che portava i deportati al lager. Mario prende il bambino e cerca aiuto: bussa alla porta della casa più vicina e ad aprigli è Kasia (Cristiana Capotondi), ragazza polacca che accetterà di aiutare l’uomo prendendosi cura del bambino.

Nel campo di concentramento, intanto, l’inglese Alex propone agli altri prigionieri di partecipare agli imminenti Giochi Olimpici, di nascosto dai tedeschi. L’idea, seppur pericolosa, viene approvata con entusiasmo dai prigionieri. Intanto Mario comincia ad interessarsi alle sorti di quel bambino che ha lasciato a casa di Kasia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>