Oliver Stone compie 64 anni e festeggia con “Wall Street 2”

di Emanuele Zambon Commenta

Oliver Stone, regista controverso, compie 64 anni. Li festeggia con il suo ultimo lavoro, il sequel del film di culto "Wall Street", che nel 1987 consacrò Michael Douglas.

oliver

Ci sono personaggi che smuovono gli animi dei fan e degli addetti ai lavori. Oliver Stone non fa certo eccezione: o lo si ama o lo si odia. Un regista che non conosce certo le mezze misure tanto da ricevere, durante la carriera di regista e sceneggiatore, l’onore dell’Academy(per “Platoon” e “Nato Il 4 Luglio”) ma anche l’onta dei Razzie Awards per il peggior regista conosciuta nel 2004 con il film “Alexander”.

Oggi il regista statunitense compie 64 anni, e si appresta a festeggiarli con la sua ultima fatica che a breve sarà nei cinema italiani. Si tratta di “Wall Street 2-Il denaro non dorme mai”, il sequel del celebre “Wall Street”, film dello stesso regista che nel 1987 lanciò Michael Douglas nell’olimpo della finanza con il ruolo del broker villain Gordon Gekko.



In “Wall Street 2” sono trascorsi 21 anni dalle vicende del primo film e lo squalo di Wall Street Gordon Gekko (Michael Douglas)esce finalmente di prigione.
Anche se non gode più dello status di prima, tenta comunque di mettere in guardia Wall Street dall’arrivo della grande crisi. Gekko, ammorbiditosi con l’età, cerca anche di riallacciare i legami con sua figlia la quale è legata sentimentalmente a Jacob Moore (Shia Labeouf), broker prodigio di Wall Street.

Stone è in attesa di rinverdire i fasti del primo film sui segreti della finanza, affidandosi a Michael Douglas ma anche alla promessa di Hollywood Shia Labeouf e a Josh Brolin, lanciato dai fratelli Coen in “Non è un Paese per Vecchi”.
Sarà dura per il regista di “Platoon” far risplendere la stella che l’ha accompagnato dagli anni 80 fino ai primi 90, anni in cui ha sollevato polemiche con “JFK-Un caso ancora aperto”, diviso con “Nato il 4 Luglio” e conquistato con “Platoon”, a detta di molti il miglior film sul Vietnam.
Noi non possiamo che fargli i migliori auguri…

Emanuele Zambon

Emanuele Zambon

Nato il 02/10/1985. Studente di Scienze della Comunicazione all'Università Roma Tre. Ho scritto per il portale online Newnotizie e scrivo per il mensile Ego di Latina, curando la rubrica di Cinema. Sono stato il coordinatore del tributo ad Heath Ledger al Festival del Cinema di Roma 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>