Alba Parietti non va a Quelli che il calcio

di Gianluca Bruno Commenta

Secondo Alba Parietti la TV italiana è gestita in base a conoscenze e amicizie e non è gestita in base alla meritocrazia..

alba-parietti

Secondo Alba Parietti la TV italiana è gestita in base a conoscenze e amicizie e non è gestita in base alla meritocrazia. Gli agenti dei personaggi televisivi sono in grado di gestire diverti programmi e questo può creare una televisione manipolata e poco libera. In effetti questa sua affermazione potrebbe avere un senso e ci fa capire quanto sia strano che Alba sia in TV a realizzare diversi programmi pur avendo solamente conseguito il titolo di terza media.



Alba Parietti sembra proprio avere il dente avvelenato nei confronti di chi costruisce i format e palinsesti televisivi e questa sua ira arriva probabilmente dal fatto di non essere stata reclutata per condurre Quelli che il Calcio, la bella Alba ha passato diversi giorni aspettando con ansia che il telefono squillasse senza ottenere alcun risultato.

Secondo Alba nessuno sarebbe più indicato di lei nel condurre un programma sportivo di così grande rilevanza in Italia, già ai tempi di Telemontecarlo Alba Parietti conduceva egregiamente Gala Gol alla domenica pomeriggio, programma di culto che ha ispirato diversi programmi sportivi creati dopo. Speriamo per Alba che arrivi presto una proposta interessante che possa farle credere il contrario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>