Moreno Donadoni si racconta dopo la vittoria ad Amici 12

di Maris Matteucci Commenta

Moreno Donadoni si racconta dopo la vittoria ad Amici 12

moreno donadoni

E’ stato Moreno Donadoni a vincere Amici 12, il talent show di canale 5 condotto come sempre da Maria De Filippi. Il rapper genovese, arrivato nella scuola di Amici a programma inoltrato, ha sbaragliato la concorrenza aggiudicandosi il primo premio davanti a Greta Manuzi, cantante della squadra bianca, che fino all’ultimo ha dato l’impressione di poter mettere le mani sulla vittoria.

All’indomani del trionfo ad Amici 12, Moreno Donadoni si racconta in una intervista rilasciata a Fanpage nella quale prova a spiegare i motivi che potrebbero avere indotto il pubblico a casa a votare per lui.


Il mio è un rap morbido. Dico poche parolacce ma racconto quello che vedo. Non sono incaz… col mondo e non voglio dipingere il futuro più nero di quello che è. Ho una visione ottimista della vita e ognuno di noi deve e può essere artefice del proprio successo“. Forse proprio per questo motivo il cantante rap di Amici ha avuto così tanto successo, tanto da essere stato più volte indicato dai giudici – Gabry Ponte in primis – la vera rivelazione di questa edizione del talent.

Eppure i genitori di Moreno Donadoni non erano entusiasti della scelta del figlio, quella di tentare di farsi strada in un campo difficile come quello musicale italiano:Il confronto con i miei genitori è stato abbastanza duro quando ho comunicato loro che volevo far musica. Mi hanno risposto che non si campa di sola aria nella vita. Quindi ho fatto per sei anni il parrucchiere ma non ero un granché. Ad un certo punto ho detto basta se no rischiavo di tagliare l’orecchio a un cliente! Vedevo il mio capo che era bravissimo ma io ero sempre un gradino sotto. Non riuscivo a fare il salto di qualità perciò ho deciso di dedicarmi solamente alla musica“. E a quanto pare ha fatto bene…

foto facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>